Si è concluso Lo schermo dell’arte Film Festival /

assegnati i premi Visio e Feature Expanded

on novembre 21 | in News | by | with Commenti disabilitati

LO SCHERMO DELL’ARTE SI CONFERMA COME PIATTAFORMA INTERNAZIONALE DI INCONTRO TRA ARTE E CINEMA

Assegnati i Premi:
VISIO Young Talent Acquisition Prize all’opera Mood Keep dell’artista portoghese Alice Do Reis che viene acquisita dalla Seven Gravity Collection entrando a far parte di una delle più attente collezioni italiane di video d’artista.

Feature Expanded Distribution Award e ottod’Ame Film Award all’artista olandese Floris Schönfeld per il progetto del lungometraggio The Miraculous Breakdown of PUK*

Feature Expanded Development Award e SUB-TI Award al progetto del lungometraggio Let’s Flow  dell’artista britannica di origine georgiana Sophio Medoidze.

Leggi tutto

Si è conclusa a Firenze l’XI edizione dello Schermo dell’arte che ha registrato molti sold out al Cinema La Compagnia e una grande affluenza di pubblico alla mostra European Identities. New Geographies in Artists’ Film and Video allestita negli spazi delle Murate: un festival che unisce cinema, arte, formazione e attività espositiva seguito con entusiasmo da un pubblico di giovani, artisti, filmmaker, professionisti dell’arte e del cinema, giornalisti, e che oggi in Europa è uno dei momenti più attesi d’incontro e riflessione sul ruolo che l’arte e il cinema d’artista hanno nel raccontare la società contemporanea.

Oltre 50 gli ospiti di questa edizione tra i quali i registi Peter Greenaway e Lisa Immordino Vreeland, gli artisti Rä di Martino, Zapruder, Dani Gal, Jumana Manna, Ila Beka, Gabrielle Brady,  Phil Collins, Diego Marcon, Driant Zeneli, i curatorile Sarah Perks, Andrea Lissoni, Hila Peleg, Manuel Cirauqui, i produttori Beatrice Bulgari, Anna Lena Vaney, Yorgos Tsourgiannis, Samm Haillay. 25 i film d’artista e documentari sull’arte, con molte prime nazionali e internazionali.

“Il Festival vuole essere una piattaforma dove arte e cinema si incontrano ponendo al centro dell’attenzione il modo in cui gli artisti, attraverso la loro sensibilità e differenti modalità, guardano e interpretano la contemporaneità. La rivoluzione tecnologica degli ultimi anni, la rapidità con cui le immagini sono condivise e consumate grazie alla rete, hanno influenzato lo sguardo degli artisti, soprattutto le nuove generazioni, ampliandone gli scenari e modificando il linguaggio video con nuove scelte estetiche che non possiamo ignorare” – spiega  Silvia Lucchesi direttore de Lo Schermo dell’Arte.

Ma il Festival lancia anche una sfida: “Saremo sempre più impegnati nella produzione e nella diffusione del cinema d’artista cercando luoghi alternativi alla sala cinematografica quali i centri d’arte, le università e i luoghi di formazione, i musei, le piattaforme on line, per arrivare ad un pubblico sempre più ampio al quale proporre i grandi temi socio-politici del nostro tempo di cui si occupano oggi tanti artisti”, aggiunge il direttore.

Dichiarazione di Leonardo Bigazzi, curatore dei due progetti di formazione Feature Expanded. Art Film Strategies e VISIO. European Programme on Artists’ Moving:

“Sono estremamente soddisfatto di come si è conclusa questa edizione. Siamo riusciti a portare a Firenze 26 giovani artisti internazionali attraverso VISIO e Feature Expanded e metterli in relazione con il contesto locale e gli altri ospiti del Festival. Per molti di loro questa esperienza e gli incontri professionali fatti al Festival saranno fondamentali per lo sviluppo della loro carriera. Voglio ringraziare tutti i nostri partner che rendono possibili questi due programmi e in particolare In Between Art Film, ottod’Ame e la Seven Gravity Collection

La giuria della IV edizione di Feature Expanded. Art Film Strategies, composta da Andrea Lissoni, Senior curator Tate Modern Londra, Hila Pelag, curatrice e filmaker e Anna Lena Vaney, produttrice – ha assegnato i 4 premi per lo sviluppo, la promozione e la distribuzione a 2 progetti di film elaborati dai 12 partecipanti al programma realizzato in collaborazione con HOME MCR, sostenuto da Creative Europe Media: Feature Expanded Distribution Award e ottod’Ame Film Award all’artista olandese Floris Schönfeld per The Miraculous Breakdown of PUK*; Feature Expanded Development Award e SUB-TI Award a Let’s Flow  dell’artista britannica di origine georgiana Sophio Medoidze.

“Abbiamo deciso di dare un riconoscimento a due progetti di lungometraggi per la loro attualità e approccio artistico stimolante. Entrambi i progetti si concentrano su comunità, che possono apparire isolate, ma fanno attivamente parte della nostra società. Inoltre, tali comunità rappresentano il potenziale per una vita trasformativa e forse più gratificante di scambio e creatività”.

La VII edizione di VISIO. European Programme on Artists’ Moving Images ha selezionato 12 giovani artisti internazionali che lavorano con il video tra i 90 che avevano risposto alla open call. Le loro opere sono state protagoniste della mostra European Identities. New Geographies in Artists’ Film and Video a cura di Leonardo Bigazzi, che si è tenuta alle Murate. Progetti Arte Contemporanea. Nell’ambito del progetto è stato assegnato il VISIO Young Talent Acquisition Prize all’opera Mood Keep di Alice Dos Reis che sarà acquisita dalla Seven Gravity Collection, collezione privata italiana dedicata a opere video di artisti contemporanei.

“La nostra scelta è ricaduta su un video che è stato in grado di esplorare il potenziale narrativo delle immagini con soluzioni semplici ed efficaci. Un lavoro che ha condensato su diversi livelli il nostro rapporto con le immagini e con il tempo come categorie filosofiche. Ciò che ci ha colpito di questo progetto sono state la sua capacità di riflettere in maniera speculativa su queste tematiche e il suo invito a una riflessione sul futuro attraverso associazioni inedite in cui l’unica via percorribile è accettare il bizzarro come possibilità” – Diego Bergamaschi, Seven Gravity Collection

La sigla del Lo Schermo dell’arte 2018 è stata appositamente realizzata dall’artista Federico Gori attraverso il montaggio in sequenza e in loop di 163 dipinti a inchiostro e smalto.

Lo schermo dell’arte Film Festival 2018 ringrazia tutti i suoi sostenitori istituzionali, gli sponsor e le istituzioni della città con le quali collabora, senza il cui contributo questa XI edizione non avrebbe potuto realizzarsi:

Creative Europe/MEDIA, MIBAC Direzione Generale per Il Cinema, Regione Toscana nell’ambito di “Toscanaincontemporanea2018”/Giovani Sì, Città Metropolitana di Firenze, Comune di Firenze, La Compagnia/Progetto realizzato nell’ambito del Programma Sensi Contemporanei Toscana per il Cinema, Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze

In Between Art Film, Institut français Firenze, Accademia di Belle Arti di Firenze, ottod’Ame, Famiglia Cecchi, Salvatore Ferragamo, Findomestic, B&C Speakers, Unicoop Firenze, Lungarno Collection, Hotel Loggiato dei Serviti

in collaborazione con: Cango. Centro Nazionale di Produzione sui linguaggi del corpo e della danza, CPH: DOX, Festival Scope, FID Marseille, Fondazione Palazzo Strozzi, HOME Manchester, Le Murate. Progetti Arte Contemporanea, Nederlands Filmfonds, Palazzo Grassi – Punta della Dogana, Seven Gravity Collection, SUB-TI, UNIFI/SAGAS – Dipartimento di Storia, Archeologia, Geografia, Arte e Spettacolo

http://www.schermodellarte.org/

 

 

Pin It

Comments are closed.