• Dongyi Wu, Brooch, 2019. Gloves, Fabric, Cotton, Sterling silver, Aluminum Cans, sewing thread, Stainless Steel. Hand Sewing, Cold Connection, Soldering.
  • Chia-Hsien Lin _2Wearable Jewellery, 2019. Gelatine, Soap base, Silver-plated brass, Essential oil. Creating New Materials. mm 220x150x120 Wearable Jewellery, 2019. Gelatine, Soap base, Silver-plated brass, Essential oil. Creating New Materials.
  • Elwy Shutten, Mask or groups1
  • Chia-Hsien Lin_3 Wearable Jewellery, 2019. Gelatine, Soap base, Silver-plated brass, Essential oil. Creating New Materials.
  • Colley Rachel_2 Rings, 2019. Citrus fruit peel, sintered aluminium. Denatured citrus fruit peel and sintered aluminium.  mm 22x31x29 mm 22x32x22
  • Colley Rachael, Bracelet Citrus fruit peel, sintered aluminium. Denatured citrus fruit peel and sintered aluminium.
  • Marie Masson_3 Brooch / Pendant, 2018.  Leather, moulting pheasant feathers, metal, collar studs. Leather, pheasant feathers, metal, collar studs
  • Marie Masson_1Brooch, 2019.  Leather, paintbrush hair, hematite, metal. leather, embroidery and jewellery works.
  • Jess Tolbert3 Brooch, 2019 Fused steel staples,  14K gold pin wire
  • Jess Tolbert-4 Necklace, 2019  Fused steel staples
  • Zihan Yang_ Ring, 2019. Sterling Silver, 18K Yellow Gold, 23.5 K Gold Foil .  Hand Fabrication, Soldering , Laser Welding
  • Zihan Yang_1 Brooch, 2019.  Sterling Silver, 18K Yellow Gold, Stainless Steel(Pin).  Hand Fabrication, Soldering , Laser Welding

Firenze 29 ottobre – 8 novembre PREZIOSA YOUNG 2020 | I vincitori Elwy Schutten, Chia-Hsien Lin, Zihan Yang, Marie Masson, Jess Tolbert, Rachael Colley, Dongyi Wu protagonisti della mostra a Palazzo Coveri

on ottobre 8 | in Archivio 2020, In evidenza, Prossimi appuntamenti | by | with Commenti disabilitati

Il Gioiello contemporaneo si tinge di rosa. PREZIOSA YOUNG, in tour le opere delle artiste vincitrici.

Dopo Firenze, Barcellona, Berlino e infine Padova. Inaugura il 29 ottobre, alla Galleria di Palazzo Coveri sul Lungarno fiorentino, la prima tappa della mostra dei vincitori del concorso PREZIOSA YOUNG, che vede protagoniste 7 giovani artiste emergenti selezionate da una giuria internazionale per le loro capacità inventive nei materiali utilizzati, nelle tecniche impiegate, nella proposta di concetti e design innovativi. Visitabile a Firenze fino all’8 novembre, la mostra sarà poi ospitata nel mese di gennaio a Barcellona dalla Hanna Gallery, a febbraio a Berlino dall’Atelier Martina Dempf e successivamente dall’Oratorio di San Rocco a Padova.

Leggi tutto

“Ognuna delle artiste selezionate ha una sua peculiarità, una sua specificità, e ognuna ha presentato un progetto da cui si evince l’originalità e la qualità della ricerca alla quale sta lavorando. I lavori che presentano interpretano in modo impeccabile le tendenze e il modo di sentire del mondo contemporaneo. Tre le tematiche, tre i fili conduttori sotto cui riunire i pezzi in mostra: il Gioiello Psicologico, con i lavori di Chia-Hsien Lin, Dongyi Wu e Zihan Yang; i Gioielli Ibridi, di Elwy Schutten e Marie Masson; il Gioiello Etico con i lavori di Rachael Colley e Jess Tolbert. » – dichiara il curatore Gió Carbone.

Il concorso, indetto da LAO, Le Arti Orafe Jewellery School, dal 2008 è una competizione internazionale per promuovere le giovani generazioni e incentivarne la creatività. Le sette artiste protagoniste di questa grande mostra itinerante concorrono inoltre per l’assegnazione di due premi speciali messi in palio dalla scuola: un soggiorno a Firenze di tre mesi in veste di “artista residente” offerto da LAO, durante il quale la vincitrice si impegna a creare una collezione che sarà presentata in occasione della mostra PREZIOSA YOUNG 2021 a Firenze, ed uno spazio espositivo gratuito alla fiera di Monaco Inorghenta2021.

Ecco le 7 vincitrici del concorso PREZIOSA YOUNG selezionate tra 147 iscrizioni pervenute da tutto il mondo da una giuria composta da curatori, artisti e critici del gioiello quali Giovanni Corvaja, Eugenia Gadaleta, Kazumi Nagano, Cóilín O’Dubhghaill, Renzo Pasquale, Carla Riccoboni, Sam Tho Duong:

Elwy Schutten è una giovane designer di gioielli olandese, formatasi in Jewellery design alla Maastricht Academy of Fine Arts & Design. I suoi lavori sono stati già protagonisti di diverse mostre e nel 2019 ha ricevuto il prestigioso Talente Prize. Nelle sue opere indossabili si interroga sul concetto di identità e su come esso venga espresso e interferisca con l’ornamento e l’abbigliamento.

Chia-Hsien Lin è una giovane designer di gioielli di Taiwan, da poco laureata alla Birmingham City University. Il suo progetto “Smelling Memories” studia la speciale connessione che si stabilisce tra gli odori e i ricordi che essi sono in grado di rievocare.

Zihan Yang è una designer di gioielli proveniente dalla Cina. Ha studiato alla Northwestern Polytechnical University di Xi’an, con un Master in Gioielleria e Belle Arti al Savannah College of Art and Design negli Stati Uniti. Con le sue complicate costruzioni in argento e oro, Yang ci invita a tuffarci nella profondità più oscure della psiche umana.

Marie Masson è una designer francese di gioielli contemporanei e ha conseguito un Master alla National Arts and Design School di Limoges. Combinando le tecniche di pelletteria, gioielleria e plumasserie, Masson rivisita i codici dell’ornamento, fondendo liberamente i diversi linguaggi delle arti decorative.

Jess Tolbert è una designer di gioielli statunitense. Ha studiato Storia dell’arte a Firenze per poi specializzarsi in Arte e Oreficeria alla Texas State University, conseguendo infine un Master alla University of Illinois. Nella sua ricerca ricicla graffette realizzate industrialmente per fabbricare raffinati gioielli fatti a mano.

Rachael Colley è una giovane designer di gioielli inglese. Ha studiato Design 3D, Argenteria e Gioielleria, laureandosi alla Loughborough University nel Regno Unito, con un Master in Oreficeria, Argenteria, Lavorazione dei metalli e Gioielleria al Royal College of Art di Londra. La serie “Sha-green” presenta i rifiuti alimentari sotto forma di scorze di agrumi scartate, biodegradabili, come alternativa vegana all’omonimo shagreen, impiegato nell’industria del lusso. Questo materiale profumato prende vita quando è indossato: riscaldato dal corpo, esso emette una sottile fragranza fruttata.

Dongyi Wu è una designer di gioielli cinese, formatasi al Beijing Institute of Fashion Technology e al Rochester Institute of Technology. Le piace descriversi come una storyteller e raccontare le proprie esperienze attraverso i suoi ingombranti ornamenti, utilizzando diversi tipi di materiali, nuovi e alternativi.

 

Pin It

Comments are closed.