• 12- KATJA VERHEUL Hostiles Sites - Part 2 2017
  • 12- KATJA VERHEUL Hostiles Sites - Part 2 2017
  • 11- MICHAŁ SOJA e RÓŻA DUDA Untitled 2016 web
  • 10- MARTINA MELILLI MUM I'M SORRY 2017 web
  • 9- LUKAS MARXT Imperial Valley (cultivated run-off) web
  • 8- ALYONA LARIONOVA Staying with the trouble 2018 web
  • 7- MARGARET HAINES You Face God and the Camera at the Same Time web
  • 6_Gravenor_Still_MeMyBullet_2
  • 5- RICCARDO GIACCONI (1985 Italia)Entrelazado 2015 web
  • 4- RYAN FERKO (1987 IrlandaCanada)Strange Vision of Seeing Thingsweb
  • 3 ALICE DOS REIS Mood Keep 2018 13’Courtesy l’artista web
  • 2- VINCENT CERAUDO web
  • 1 TEKLA ASLANISHVILI Algorithmic Island 2018 web
  • Monument of arrival and return, 2016, 9’36’’, courtesy of the artist

VISIO European Programme on Artists’ Moving Images /

Firenze VII edizione/13-18 novembre 2018

on novembre 11 | in Eventi, In evidenza | by | with Commenti disabilitati

VISIO si conferma anche quest’anno come una delle più importanti piattaforme internazionali per la scoperta di nuovi talenti nel campo delle moving images. Sono particolarmente soddisfatto degli artisti selezionati per questa edizione e della presenza di due giovani talenti italiani come Martina Melilli e Riccardo Giacconi”. dichiara il curatore Leonardo Bigazzi.

Lo Schermo dell’Arte prosegue il proprio impegno, che ha contraddistinto i suoi primi dieci anni di attività, rivolto alla promozione e produzione delle opere di una nuova generazione di artisti visivi che lavora con le moving images in Europa presentando la VII edizione del programma VISIO. In questi anni sono oltre 600 gli artisti che hanno partecipato al processo di selezione delle varie edizioni e 75 sono i giovani artisti italiani e internazionali che hanno preso parte al programma.

Leggi tutto

Questi i nomi dei 12 artisti partecipanti dell’edizione 2018: Tekla Aslanishvili, Vincent Ceraudo, Alice dos Reis, Ryan Ferko, Riccardo Giacconi, Vanessa Gravenor, Margaret Haines, Alyona Larionova, Lukas Marxt, Martina Melilli, Michał Soja e Róża Duda, Katja Verheul.

La mostra
European Identities. New Geographies in Artists’ Film and Video
a cura di Leonardo Bigazzi
Firenze, Le Murate Progetti Arte Contemporanea
14-18 novembre 2018, inaugurazione 13 novembre 2018 ore 18.00

VISIO presenta quest’anno il nuovo progetto espositivo European Identities. New Geographies in Artists’ Film and Video, allestito negli spazi de Le Murate. Progetti Arte Contemporanea. Ex carcere maschile di Firenze, rimasto attivo fino al 1984, il complesso monumentale è stato riconvertito recentemente dal Comune di Firenze per ospitare spazi espositivi e di ricerca, pur mantenendo la struttura e gli ambienti suggestivi della prigione ottocentesca, tra cui le celle del carcere duro. European Identities. New Geographies in Artists’ Film and Video riunisce video, film e video installazioni che rappresentano la varietà di mezzi e formati utilizzati nella pratica video contemporanea riflettendo anche sulle relazioni tra formati video e contesto espositivo.

La mostra presenta 12 opere video dei partecipanti al progetto VISIO e intende offrire uno sguardo sulla molteplicitàà di culture e nazionalità degli artisti sotto i 35 anni che lavorano oggi in Europa. Le opere presentate sono espressione di una nuova identitàà artistica europea plasmata da una facilità di movimento transnazionale senza precedenti associata però molto spesso a una dimensione fortemente precaria e fragile. Città come Amsterdam e Berlino sono state in grado di sviluppare comunità artistiche consolidate che lavorano con le immagini in movimento potendo contare su fondi per la produzione e opportunità di studio e residenza. Un sistema aperto e internazionale ma potenzialmente a rischio in un’Europa dove le spinte populiste e sovraniste sono in continua crescita. La mostra intende riflettere criticamente anche sui limiti di un contesto europeo ancora troppo legato alle capacità finanziarie e alle nazioni di provenienza degli artisti.
La mostra si pone in continuità con quelle già organizzate nell’ambito del progetto VISIO tenutesi a Firenze a Palazzo Strozzi (2015), al Cinema La Compagnia (2016), a Palazzo Medici Riccardi (2017) e in Francia a Passerelle Centre d’art contemporain, Brest (2018).

VISIO Young Talent Acquisition Prize vinto da Alice dos Reis
Tra gli artisti presenti in mostra è stata selezionato il vincitore della IV edizione del VISIO Young Talent Acquisition Prize, riconoscimento ideato per favorire il collezionismo di video installazioni, film e video d’artista, con l’acquisizione di un’opera da parte della Seven Gravity Collection, collezione privata italiana dedicata a opere video di artisti contemporanei. L’opera scelta è Mood Keep dell’artista ventitreenne portoghese Alice dos Reis.
Il Premio verrà assegnato dai Soci Fondatori della Seven Gravity Collection durante la serata conclusiva dello Schermo dell’arte, domenica 18 novembre alle ore 21.00.
Nelle precedenti edizioni il premio è stato vinto dalla francese Rebecca Digne (2015), dall’italiana Elena Mazzi (2016), e dal pakistano Basir Mahmood (2017).

Il programma
Nato nel 2012, VISIO è un progetto originale annuale prodotto dallo Schermo dell’arte e curato da Leonardo Bigazzi, che si rivolge a 12 artisti attivi in Europa under 35. Il programma prevede la realizzazione di una mostra e una serie di incontri e seminari con artisti e professionisti dell’arte e del cinema. Promuovendo il confronto e la mobilità internazionale di giovani creativi, VISIO ha favorito in questi anni lo sviluppo di un network europeo tra istituzioni, artisti e professionisti che lavorano con le moving images creando un importante archivio di una nuova generazione di artisti che lavorano in Europa. Nelle edizioni precedenti i seminari sono stati tenuti da critici e artisti internazionali quali Shirin Neshat, Isaac Julien, Marine Hugonnier, Philippe-Alain Michaud, Filipa Ramos, Deimantas Narkevicius, Mark Nash, Maria Lind, Alain Fleischer, Heinz Peter Schwerfel, Sibylle Kurz, Sarah Perks, Erika Balsom.

VISIO VII edizione 13-18 novembre 2018
Hanno partecipato al bando di quest’anno 90 artisti attivi in Europa e provenienti da 32 diversi paesi: Argentina, Australia, Austria, Belgio, Bulgaria, Canada, Cipro, Colombia, Corea del Sud, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Georgia, Grecia, India, Inghilterra, Irlanda, Italia, Lituania, Olanda, Polonia, Portogallo, Romania, Russia, Spagna, Stati Uniti, Svezia, Svizzera, Taiwan, Ucraina.

La selezione dei partecipanti è realizzata in partnership con Accademia di Belle Arti di Brera, Milano Accademia di Belle Arti di Firenze, Careof​, Milano, De Ateliers, Amsterdam, HIAP – Helsinki International Artist Programme , Kingston University​, Londra, Le Fresnoy – Studio national des arts contemporains, Tourcoing Rijksakademie van beeldende kunsten, Amsterdam, Royal College of Art, Londra, Royal Danish Academy of Fine Arts, Copenhagen, Royal Institute of Art Stoccolma, Sandberg Instituut​, Fine Arts, Amsterdam, Universität der Künste Berlin, WIELS, Contemporary Art Centre, Bruxelles

Promosso e organizzato dallo Schermo dell’arte in collaborazione con Le Murate. Progetti Arte Contemporanea​ e FST-Mediateca Regionale Toscana. Riceve il contributo della Regione Toscana​, della Città Metropolitana di Firenze, del Comune di Firenze, de La Compagnia nell’ambito del Programma Sensi Contemporanei Toscana per il Cinema e della Fondazione CR Firenze

con il sostegno di Institut français Firenze, In Between Art Film; ottod’Ame, Seven Gravity Collection, Famiglia Cecchi, B&C Speakers SpA

 

Pin It

Comments are closed.